VOCI E IMMAGINI DI GIANNI RODARI IN TRADUZIONE INGLESE

Doctoral thesis English OPEN
ALBORGHETTI, CLAUDIA (2016)
  • Publisher: MILANO
  • Subject: LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA INGLESE [L-LIN/12] | Gianni Rodari, letteratura per l’infanzia, studi descrittivi della traduzione, universali traduttivi, italiano, inglese, Regno Unito, Stati Uniti, addomesticamento, estraniamento, Gianni Rodari, children’s literature, descriptive translation studies, universals of translation, Italian, English, United Kingdom, United States, domestication, foreignisation.

La ricerca studia le riscritture delle opere di Gianni Rodari (1920-1980) in traduzione inglese attraverso la mediazione degli editori, critici letterari ma soprattutto dei traduttori tra il 1960 e il 2011. Nell’ambito degli studi sul contesto di produzione delle opere tradotte (Bassnett & Lefevere, 1998; Chesterman et al., 2000), la prima parte della ricerca presenta le caratteristiche traduttive della letteratura per l’infanzia attraverso un’analisi retrospettiva (Toury, 2012) utile a contestualizzare le opere di Rodari in inglese per il pubblico Anglo-Americano. La seconda parte illustra la mediazione linguistica dei traduttori in quattro di queste opere in inglese a partire dagli S-Universals (Chesterman, 2004). L’analisi delle traduzioni di Patrick Creagh (1965, 1971), Jack Zipes e Antony Shugaar (2008, 2011 rispettivamente), condotta attraverso le nove categorie traduttive proposte da J. L. Malone nel 1988, ha mostrato diversi gradi di addomesticamento ed estraniamento traduttivo (Venuti, 1995) a seconda dell’età del pubblico ricevente. Specificamente, le traduzioni addomesticanti si sono rivelate creative al punto da avvicinarsi all’intento narrativo di Rodari nei testi originali. La traduzione estraniante di Shugaar del 2011 ha mantenuto i riferimenti alla cultura italiana del testo rodariano, mostrando un cambiamento di pubblico ricevente dal testo fonte (pubblico giovane) al testo di arrivo (adulti).
Share - Bookmark